Il Gruppo De Carne, con 20 anni di esperienza e 60 milioni di fatturato, lancia sul mercato il suo nuovo brand: "Blu. Il più buono". L'idea è nata pensando a tutti quei consumatori che quando si recano al supermercato, chiedono al banconista di dargli il miglior prodotto che hanno, il più fresco, il più genuino: "il più buono". La nuova linea di prodotti a marchio "Blu. I più buono" sarà disponibile in tutti i supermercati in linea libero servizio nel reparto salumi e formaggi, mantenendo alta la qualità, come un prodotto acquistato al banco.

Piano di comunicazione
La campagna di comunicazione del nuovo brand, seguita e diretta dal centro media Brandinghero, andrà in onda su Sky e sul digitale terrestre per tutto il periodo natalizio sui migliori programmi di food come 4 Ristoranti con Alessandro Borghese, Sky Cinema sul sito d'informazione SKY TG24. Nel nuovo spot da 30'' l'attualità non lascia scampo: un momento difficile per vivere a pieno l'aria di festa. Strade vuote, sorrisi coperti, nessun bacio, nessun abbraccio. È ciò che si deve fare ma questo non significa rinunciare al Natale e a tutto quello che rappresenta. Non cambia la festa, cambia il modo di vivere la festa: cambiano gli usi, cambiano le sfumature, cambiano i colori. E perché non cercare questi colori nella luminosità del cielo, nella bellezza del mare? Una metafora quella del nuovo spot che invita a lasciarci ispirare da qualcosa di grande e unico, che ha il potere di unire tutti. Saranno proprio i prodotti "Blu" con il loro intenso colore blu, ad accendere questo Natale. Ed è proprio dentro le mura di casa, accanto ai nostri affetti più cari, che apprezzeremo ancora di più ciò che abbiamo e il tempo passato con chi amiamo. Ed è lì, attorno ad un tavolo, che mostreremo il nostro sorriso. Perché il Natale avrà pure cambiato colore, ma non ha perso il suo sapore. Insieme alla campagna televisiva, partirà la campagna digital, pianificata sempre da Brandinghero, che avrà l'obiettivo di aumentare la brand awareness. Sono state realizzate due strategie per due pubblici differenti: una improntata sul B2C, orientata al consumatore e finalizzata alla brand building e una improntata sul B2B, orientata al buyer e finalizzata alla conversion della rete vendita.